Un metodo innovativo ed efficace, che ha permesso a Letizia Milesi – giovane 19enne di Roncobello – di ricominciare a camminare. E quello stesso approccio potrebbe diventare un’importante risorsa anche per la riabilitazione di alcuni pazienti colpiti dal coronavirus. Si tratta della “Stimolazione Funzionale Elettrica Adattiva Kinesiterapica” (in breve AFESK), uno speciale programma di riabilitazione messo a punto dal luminare russo Viktor Terekhov, grazie alla workstation VIK16 della Viktor Srl che si trova al POINT di Dalmine.

Leggi l’articolo completo su Bergamonews, clicca qui.